Visitare Gardone Riviera in poco tempo

 

Se hai intenzione di trascorrere qualche giorno sul Lago di Garda per prenderti una breve vacanza tra cultura e natura, sei nel posto giusto. Stai organizzando un piccolo itinerario sul Lago di Garda?¬† Potresti visitare Gardone Riviera: qui natura e cultura in un’unica localit√† a pochi chilometri da Desenzano del Garda, dove si trova la stazione dei treni.

Gardone Riviera è il luogo ideale per godere delle bellezze paesaggistiche, ma non solo. Doverosa è infatti una piccola visita al Vittoriale degli Italiani ed al Giardino botanico Heller, un luogo dove pace ed armonia si incontrano.

Se hai intenzione di alloggiare a Campione del Garda,¬†puoi raggiungere Gardone Riviera in poco pi√Ļ di 30 minuti di auto.

 

Come raggiungere Gardone Riviera

 

Gardone Riviera √® una delle mete pi√Ļ lussuose del Lago di Garda. Questa piccola localit√† lacustre rapir√† il cuore di chiunque abbia tempo di trascorrervi qualche ora.

Se hai organizzato il tuo viaggio e vuoi scoprire¬†come raggiungere Gardone Riviera in treno, sappi che dovrai noleggiare un’auto. I mezzi pubblici durante il periodo estivo riducono il numero di corse giornaliere e questo non ti permetter√† di riuscire a gestire con facilit√† i tuoi spostamenti durante la giornata.

Gardon Riviera

 

Cosa fare a Gardone Riviera

 

Il piccolo centro, abitato da qualche centinaio di abitanti, si affaccia direttamente sul Lago di Garda, ma offre anche viste panoramiche mozzafiato e facili da raggiungere e non solo: la cittadina ospita infatti il famoso Vittoriale degli Italiani di Gabriele d’Annunzio ed i rinomati Giardini Heller.

Gardone Riviera si sviluppa in altezza e costeggia il Lago di Garda: nella parte bassa, è possibile apprezzare le bellezze del Lago da vicino, grazie alla passeggiata del Lungolago da cui è possibile scorgere le sponde di Sirmione e la stupenda Isola del Garda.

La zona storica di Gardone Riviera si sviluppa sulle pendici montuose che cadono a picco sul lago, offrendo oltretutto panorami unici. Il borgo, inoltre, per la presenza di vicoli e edifici storici, si presenta come un vero e proprio gioiello del lago: proprio qui si erge il maestoso Vittoriale Degli Italiani.

 

Cosa vedere al Vittoriale degli Italiani

 

A pochi passi dal borgo, si trova il Vittoriale dove potrete anche parcheggiare nei pressi del monumento. La dimora, costruita per volere di Gabriele d‚ÄôAnnunzio nel 1921 in memoria della ‚Äúvita inimitabile‚ÄĚ del poeta-soldati e delle imprese degli italiani durante la Prima Guerra Mondiale, √® una delle¬†mete imperdibili del Lago di Garda, soprattutto per coloro che hanno la possibilit√† di soggiornare sul Lago di Garda per qualche notte.

 

 

Il Vittoriale si estende per 9 ettari di superficie che hanno inizio con una coppia di archi al cui centro √® collocata una fontana corredata da un‚Äôiscrizione in lettere bronzee di un passo del Libro segreto di Gabriele d’Annunzio:¬†Dentro da questa triplice cerchia di mura, ove tradotto √® gi√† in pietre vive quel libro religioso ch’io mi pensai preposto ai riti della patria e dei vincitori latini chiamato Il Vittoriale.

Tuttavia, tutto il complesso monumentale del Vittoriale degli Italiani di Garbiele d’Annunzio trasuda di arte e cultura dall‚Äôanfiteatro¬†dai chiari richiami all‚Äôarchitettura greca, alla¬†Priora¬†coi suoi 30.000 libri, ai musei (il¬†Museo D’Annunzio Eroe, il¬†Museo D’Annunzio Segreto¬†e il¬†Museo L’Automobile) che conservano stralci di vita del poeta.

 

Giardino Botanico Fondazione Heller sul Lago di Garda

 

A pochi minuti di distanza dal Vittoriale è possibile visitare i Giardini Botanici Andrè Heller: 10.000 metri quadrati di pace e serenità.

Il Giardino Botanico Heller sul Lago di Garda ospita circa 3000 specie di piante di specie botaniche di ogni parte del mondo. L’enorme variet√† di piante √® letteralmente unica: dalle Alpi all‚ÄôHimalaya, dal Mato Grosso alla Nuova Zelanda, dal Giappone all‚ÄôAustralia, al Canada, all‚ÄôAfrica.

Il suo fondatore Arturo Hruska, di origine cecoslovacca si trasferisce dall’Austria a Gardone Riviera e nel 1901 decide di acquistare un terreno di circa 15.000 metri sul declivio del Monte Lavino ed iniziando a progettare il suo giardino botanico. Hruska fu il predecessore e ad oggi il Giardino Botanico appartiene ad André Heller!

 

giardini heller gardone